Benvenuti nel mio blog!

Mi chiamo Massimiliano Regattieri, vivo a Brescia e sono un fotografo.

Ho pensato di condividere con gli altri le mie esperienze di viaggio e le mie fotografie. E’ nata quindi l’idea di costruire un blog dove raccontare, scambiare idee ed esperienze, creare un gruppo di persone che abbiano esigenze, sogni, voglia di provare simili alle mie.

Zambia 2018

Un progetto ed un sogno rimandato tante volte. Adesso si parte!

Grandi parchi, cascate da brivido, animali a volontà. Ottima organizzazione.

Siamo partiti da Milano il venerdì con Ethiopian per Lusaka con uno stop ad Addis Abeba.
Abbiamo trascorso il pomeriggio a Lusaka accolti da viali fioriti di Flamboyant e Jacaranda: uno spettacolo!
Un grazie di cuore a tutto lo staff di Latitude 15: cortese, amichevole e molto professionale.
Il giorno seguente, in volo verso South Luangwa dove alloggiamo al Mfuwe Lodge. Abbiamo un balcone su uno stagno  abitato da ippopotami rumorosi, coccodrilli e splendidi uccelli. Questo lodge è famoso perché, nel periodo della maturazione dei mango selvatici, può capitare che un piccolo gruppo di elefanti attraversi la reception per andare in giardino a mangiare questi frutti sotto ad un albero gigantesco.
Noi, purtroppo, non abbiamo avuto il piacere di questo incontro, perché i mango non erano ancora maturi. In compenso, un piccolo gruppo di elefanti è venuto sotto alla nostra veranda. Erano così vicini che avremmo potuto toccarli. Ovvio che non l'abbiamo fatto. 
Rimaniamo lì qualche giorno facendo game drive al mattino e nel pomeriggio fino al primo  buio con le jeep. Abbiamo avuto la fortuna di avvistare 5 leopardi in 3 giorni!
Partiamo a malincuore per l'aeroporto di Livingstone e proseguiamo verso le Victoria Falls dove alloggiamo al Chundukwa River Lodge. Le cascate sono di portata decisamente ridotta, data la stagione secca, rispetto a quando le avevamo viste in piena stagione delle piogge. Daniela prova anche il brivido di fare il bagno nella piscina del diavolo. La Devil's Pool è una pozza sul bordo della cascata, come una piscina a sfioro. Dice che l'acqua dello Zambesi ha una temperatura ottimale, e non avrebbe più voluto venire via. Io rimango sulla riva e faccio il fotografo.
Si riparte di nuovo in aereo verso Lusaka per proseguire poi in auto verso il Lower Zambezi dove alloggiamo al Kanyemba Lodge. Qui si fanno diversi game drive in barca e proviamo anche il brivido di un'uscita in canoa,  curiosando fra i canneti fra ippopotami, coccodrilli, tantissimi uccelli. Dalla riva ci guardano, curiosi,  gli elefanti. Visitiamo anche il Lower Zambezi National Park popolato da grandi branchi di elefanti e bufali. Splendido parco gestito con grande cura. All'uscita dal parco, mentre aspettavamo la guida per tornare alla barca, un elefante ci passa vicinissimo dandoci appena uno sguardo distratto. Si rientra  al lodge e poi il giorno seguente si torna a Lusaka per il rientro.

Un grazie molto speciale a mia moglie Daniela, grande sponsor di questo viaggio, che ha scattato alcune delle foto pubblicate nel Blog. 

Il nostro viaggio è stato organizzato in collaborazione con la mitica Cristina dell'agenzia Be Nomad di Brescia.